top of page

Oggi voglio parlarvi di... Famoso

Oggi voglio parlarvi di “Famoso”, un vitigno contrapposto a quel che può far pensare il nome, è dimenticato o quasi. Ho iniziato a scrivere qualche breve articolo, per portarvi in giro per la nostra penisola, scoprire qualche piccola rarità o solamente mettervi a conoscenza del mondo che si cela dietro a un calice di vino. Buona lettura!


Perchè proprio il Famoso?

Semplice, per due ovvi motivi. Il primo perchè è il vitigno più particolare che abbiamo inserito in carta. Il secondo?

Ancora più semplice... è il vino preferito della nostra chef.


Prima di addentrarci nel dettaglio, due righe sulla cantina che abbiamo selezionato per essere inserita nella nostra carta dei vini.


Tenuta Casali è un’azienda a conduzione familiare situata a Mercato Saraceno e ha 20 ettari vitati su 80 e che si trovano negli appezzamenti più vocati per qualità del terreno, esposizione al sole e microclima.

Posti su antichi terrazzamenti fluviali, godono di forti escursioni termiche, che regalano ai vini grande intensità di profumi e acidità integrata.


Adottano agricoltura biologica e sostenibile. Coltivano principalmente Famoso, Sangiovese, Albana e Trebbiano.


L’uva più particolare è sicuramente il Famoso, vitigno autoctono e antico dell’Emilia Romagna appartenente alla famiglia delle uve semi aromatiche.


Il Famoso è un vitigno romagnolo che, dopo un periodo di abbandono, nell’ultimo decennio è stato riscoperto. È una pianta rustica, adatta anche ai terreni poco fertili e a temperature invernali abbastanza rigide. A questa resistenza fa da contraltare una produzione relativamente contenuta.

Il primo documento che cita il Famoso è datato 1437. Nel XIX secolo, diversi documenti ne testimoniano la

presenza sulle colline di Cesena, dove veniva utilizzato anche per la produzione di uva da tavola. Il Novecento vede invece una notevolissima contrazione che lo portò in un secolo al limite dell’estinzione. Nel 2000 venne individuato in due vecchi filari sulle colline di Mercato Saraceno (Forlì-Cesena), il cui proprietario lo indicava, per l’appunto, con il nome “Famoso”.

Oggi è prodotto in piccoli appezzamenti da produttori che hanno visto in questo vitigno un patrimonio di aromi e di biodiversità da valorizzare.

Se ne ricavano vini caratterizzati dagli aromi intensi simili a quelli del Moscato, con note floreali dolci, di frutta matura, esotica e frutta essiccata.

La caratteristiche del Famoso sono principalmente di piacevolezza, leggerezza ed eleganza. È un vino fresco e sottile, spiccatamente aromatico con un corredo floreale molto intenso e seducente. Prendete tutti i profumi di frutta e fiori del Gewurztraminer, ma togliete tutte le spezie e avrete un’idea abbastanza precisa dei suoi profumi. Un finale persistente che tende al mandorlato.


Voi invece cosa ne pensate? Lo avete già assaggiato?

Se ancora non lo avete provato, cosa aspettate? Prosit!

Clicca il tasto sotto



Comments


Seguici
  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • TripAdvisor - White Circle
bottom of page